Orientamento didattico in uscita

study-abroad-with-morevisasCi rivolgiamo agli istituti scolastici primari e secondari, alle università ed agli enti di formazione, in particolare elaboriamo percorsi ad hoc relativamente all’indirizzo di studio ed al personal talent dei protagonisti che partecipano ai corsi di orientamento, in particolare:

studenti in uscita dalle scuole medie – prima di intraprendere le scuole superiori l’orientamento indirizza verso le professioni più ricercate e quelle che si profilano nel futuro, le opportunità sono suddivise per area geografica e per attesa economica. Questo facilita l’indirizzo tecnico oppure umanistico del diploma, dipendente se si vuole continuare il percorso di studi attraverso l’università oppure ci si vuole fermare per trovare subito un impiego.

studenti neo diplomati – in questo caso ci si pone innanzitutto la domanda se la volontà è quella di continuare a studiare oppure cominciare subito la ricerca di un impiego. La scelta obbliga l’orientatore a creare 2 percorsi completamente diversi. Uno che si ricollega all’orientamento al lavoro e l’altro all’orientamento didattico e quindi su quale percorso universitario intraprendere (personal talent, professioni più gettonate, professioni del futuro, ecc.).

studenti neo laureati – dipendente dal percorso di laurea si aprono diversi scenari: a) specializzazione; b) iscrizione albo; c) esame di abilitazione; d) corsi di perfezionamento; e) opportunità di stage, ecc. Da qui si introduce l’orientamento al lavoro classico.

discenti da corsi di formazione – ci sono diversi motivi per cui si intraprende un corso di formazione (a catalogo o meno): 1) per specializzare la propria professione; 2) per migliorare il proprio curriculum; 3) per cambiare direzione al proprio curriculum; 4) per aggiornare il proprio curriculum, ecc. Qualsiasi sia il motivo dopo è necessario un percorso di orientamento per “sfruttare” al meglio la formazione su cui si è investito.

Comments are closed.