Sono neodiplomato

Il conseguimento del diploma è una tappa importante per definire e mettere in discussione il proprio futuro. Dipendentemente dalla scelta che abbiamo svolto nell’intraprendere il nostro percorso di studi, una volta diplomati ci si trova di fronte l’opportunità di continuare a studiare oppure di avviarci direttamente nel mondo del lavoro. La scelta dovrebbe nascere ed aver avuto origine ancor prima di visualizzare il diploma che ci apprestiamo a conseguire. La decisione di far emergere il nostro personal talent dovrebbe partire proprio dalla scelta che facciamo dopo le scuole secondarie ed avere davanti a noi già un percorso definito, soprattutto perché la coerenza di ciò che abbiamo intrapreso scolasticamente dovrà rispecchiare esattamente le nostre scelte professionali.

Spesso risulta difficile mantenere la coerenza nei nostri percorsi, sicuramente perché possiamo renderci conto in itinere che l’ambito scolastico intrapreso potrebbe non rispecchiare il nostro talento oppure anche perché la ricerca di un impiego ci può costringere a cambiare direzione pur di lavorare.

Assodato che la scelta di una scuola superiore deve essere dettata da un analisi approfondita per avere la capacità di restare coerenti con le scelte successive, quando siamo in procinto di conseguire il diploma ci poniamo la domanda del “cosa faccio adesso?”.

La scelta di continuare a studiare o meno è innanzitutto una scelta personale a volte dettata anche da fattori economici o familiari. Un supporto su quelle che possono essere le opportunità nel caso in cui si decidesse di continuare a studiare oppure di entrare subito nel mondo del lavoro può essere utile sia ad instradarci verso un percorso di studi che ci dia la possibilità di uno sbocco professionale e sia la necessità di conoscere le “regole” per tuffarsi nel mercato del lavoro nel caso in cui optiamo di lavorare subito.

In questo caso è importante valutare anche se, sul curriculum vitae, è possibile aggiungere uno status di svantaggiato, accertarsi del proprio status può dare una marcia in più nella potenziale e futura assunzione se si dovesse scegliere di non continuare gli studi.

I percorsi di orientamento sono nettamente diversi, innanzitutto il supporto si focalizza sulla scelta, con analisi approfondite sia del territorio e sia del personal talent, una volta presa la decisione l’orientamento si divide in due approcci:

  1. Scelgo di continuare gli studi. Analisi delle opportunità lavorative in proiezione al futuro, quali le figure professionali più richieste, quali facoltà scegliere, come gestire il proprio tempo da studente, laurea breve o specializzazione, ecc.
  2. Scelgo di entrare subito nel mondo del lavoro. Le regole del mercato del lavoro, i miei diritti, i miei doveri, analisi del territorio, necessità o meno di un breve corso di perfezionamento, il curriculum, come promuovere il curriculum ed infine il colloquio di selezione.

CreaLavoro propone i percorsi di orientamento individuali, dove si affrontano insieme tutte le tematiche relative a chi si pone di fronte a scelte fondamentali come queste, aiuta a definire il proprio personal talent da cui parte tutta l’analisi di ciò che potrà essere il nostro percorso di vita professionale, poniamo le basi affinchè sia più semplice “conservare” la coerenza nei nostri studi e nella nostra professione e soprattutto, l’obiettivo di CreaLavoro è senz’altro quello di rendere autonomi nelle scelte e consapevoli delle proprie potenzialità.

Se hai voglia di investire su un percorso di orientamento individuale, mettiti in contatto con noi. Ti spiegheremo da vicino e senza impegno, in cosa consiste il nostro orientamento individuale ed insieme valuteremo la necessità o meno di intraprendere il nostro percorso ad hoc per Te.

Ti aspettiamo!

Comments are closed.