Sono una Categoria Protetta

Le categorie protette in generale sono considerate sia le persone affette da disabilità e sia persone che beneficiano di vantaggi in relazione ad un determinato status. La legge 68/99 ha come finalità la promozione dell’inserimento e della integrazione lavorativa delle persone considerate categorie protette nel mondo del lavoro attraverso servizi di sostegno e di collocamento mirato. Coloro che possono beneficiare della Legge 68/99, oltre ai disabili sono, secondo anche il DPR 333/2000:

  1. Gli orfani e coniugi superstiti di coloro che siano deceduti per cause di lavoro, di guerra e di servizio svolto nelle pubbliche amministrazioni (inclusi gli orfani, le vedove e i familiari delle vittime del terrorismo e della criminalità organizzata)
  2. I soggetti equiparati, ovvero coniugi e figli di soggetti riconosciuti grandi invalidi per causa di guerra, lavoro e servizio. Gli orfani e figli di soggetti riconosciuti grandi invalidi per causa di guerra e di servizio e di lavoro, possono iscriversi negli elenchi del collocamento obbligatorio se minore di età al momento della morte del genitore o al momento del riconoscimento dello status di grande invalido del genitore. Ai fini dell’iscrizione negli elenchi si considerano minori i figli di età non superiore ai 21 anni se studenti di scuola media superiore e, a 26 anni se studenti universitari.
  3. I profughi italiani rimpatriati e riconosciuti ai sensi della legge 763/81

E’ necessario promuovere lo status sul proprio curriculum in relazione all’obbligo che hanno le aziende al di sopra del 15 dipendenti di assumere oltre che i disabili anche chi appartenente ad una categoria protetta La giusta informazione inserita nel contesto delle esperienze formative e lavorative rende il curriculum appetibile.

Questo è importante sia in uscita da un contesto scolastico e sia in condizione di uno stato di disoccupazione e quindi avendo già avuto esperienze lavorative. Evidenziare nel modo giusto la propria appartenenza a detta categoria può beneficiare sia per le aziende che sono sotto obbligo della legge e sia per quelle aziende che sono in procinto di esserlo.

Oltretutto esistono dei canali specializzati proprio per la collocazione o ricollocazione delle categorie protette. In questo caso il curriculum diventa il veicolo principale per creare delle opportunità anche importanti. Il nostro curriculum vitae dovrà essere efficace e se fosse necessario, diventa strategica una lettera di presentazione d’impatto dove verranno valorizzate soprattutto le nostre caratteristiche e il personal talent. Il colloquio di selezione diventa importantissimo soprattutto perché è necessario saper dare valore a se stessi ed alle proprie competenze ma in questo caso anche e soprattutto alle proprie potenzialità. Purtroppo non siamo da soli in una selezione ma dobbiamo confrontarci insieme ad altri candidati, la nostra persona deve fare la differenza e deve dare quel giusto grado di fiducia e sicurezza per essere scelti e considerati idonei.

CreaLavoro propone i percorsi di orientamento individuali, dove si affrontano insieme tutte le tematiche inerenti la preparazione del curriculum, la promozione direttamente verso le aziende e sui siti di annunci di lavoro e soprattutto come affrontare un colloquio di selezione. I percorsi sono strettamente individuali e quindi ritagliati ad hoc per la mansione e le caratteristiche personali. La conoscenza approfondita del territorio in cui opera CreaLavoro offre la possibilità, oltre che promuovere indirettamente il curriculum vitae attraverso i siti di annunci, anche di individuare insieme le aziende potenzialmente interessate ad assumere personale.

Se sei una categoria protetta e interessata ad investire su un percorso di orientamento individuale, mettiti in contatto con noi. Ti spiegheremo da vicino e senza impegno, in cosa consiste il nostro orientamento individuale ed insieme valuteremo la necessità o meno di intraprendere il nostro percorso ad hoc per Te.

Ti aspettiamo!

 

Comments are closed.