Trovare lavoro è un lavoro

Quando ci si “incammina” sul sentiero tortuoso della ricerca di un lavoro la prima regola da tenere a mente è di applicare con forza la convinzione che la ricerca stessa di un impiego debba diventare un lavoro a tutti gli effetti, da non affrontare con superficialità, facendo però ugualmente attenzione a non cadere nell’eccesso opposto, risultando quindi maniacali e pedanti nella propria ricerca e commettendo inevitabilmente degli errori.

Prima di metterci seduti alla scrivania del nostro “ufficio virtuale” del nostro “lavoro di ricerca lavoro”, è indispensabile fare un’analisi di sé stessi, riflettendo sul proprio percorso professionale così da individuare rapidamente il settore nel quale desideriamo inserirci, ovviamente mantenendosi realistici e coerenti con quelle che sono state le esperienze lavorative pregresse o, nel caso di giovani alle prime armi, esprimendo con chiarezza il proprio potenziale mantenendosi aperti a mansioni generiche, cercando però, nel contempo, di trovare un minimo comune denominatore tra le scelte scolastiche e formative con quelle lavorative.

Tutto ciò  deve necessariamente essere “tradotto” sul proprio curriculum e da quest’ultimo sui principali siti di ricerca. Oggi le regole sono cambiate, ed una fetta importante della ricerca di un lavoro è da svolgere su internet e quindi bisogna adattarsi alle regole della rete, regole che prevedono non solo l’inserimento di un cv, sempre aggiornato nei formati richiesti dall’Unione Europea (ultima versione Europass), ma anche l’elaborazione di uno o più profili che abbiano il compito di rendere da subito l’idea della nostra persona e delle competenze maturate.

Risulta quindi fondamentale rendere quanto più possibile dettagliato il proprio profilo, scegliendo tag che andranno a definire la mansione da noi ricercata e che allo stesso tempo costituiranno le parole chiave che permetteranno al nostro cv di risaltare agli occhi delle aziende. Affinché il profilo risulti esaustivo sarà dunque necessario approfondire ogni campo richiesto in fase di registrazione, iniziando dalla scelta della foto, sorridente e professionale senza però andare incontro all’effetto “fototessera”, alla descrizione dettagliata delle nostre mansioni non limitandosi però semplicemente alla definizione del ruolo ricoperto poiché un profilo efficace e l’inquadramento della mansione ricercata ci consentiranno di essere da subito mirati nelle ricerche. Troppo spesso, sia per necessità che per superficialità, può capitare di rispondere ad annunci per i quali non si risulta del tutto idonei o che corrispondono solo parzialmente ad alcuni dei requisiti richiesti, non considerando però l’ “effetto boomerang” che questo comporta nel momento in cui potremmo trovarci dinanzi all’annuncio adatto, infatti il risultato di una ricerca “spasmodica” rispondendo indiscriminatamente a tutti gli annunci senza valutare effettivamente la nostra corrispondenza alla job profile descritta dall’annuncio, ci farà rischiare di bruciare una buona occasione che potrebbe rendersi possibile con successivi annunci pubblicati dalla stessa azienda. Rispondere “a tappeto” a tutti gli annunci può compromettere la nostra posizione, uno dei risultati peggiori è che il nostro curriculum non venga più visualizzato dall’azienda in questione. Avere pazienza e metodo sono dunque requisiti indispensabili perché la nostra ricerca porti i risultati richiesti e per fare ciò bisogna rimboccarsi le maniche. Scegliamo le giornate e gli orari a cui dedicare il tempo necessario per sederci sempre alla scrivania del nostro “ufficio virtuale” e facciamo di questo un impegno quotidiano, impariamo a monitorare gli annunci a cui rispondiamo ed appuntiamo su un quaderno piuttosto che sul nostro pc l’elenco degli annunci, le date in cui abbiamo inviato la nostra candidatura per essere sempre pronti a rispondere con consapevolezza alle chiamate che ci auguriamo arrivino per essere convocati ad un colloquio. Il segreto per trovare lavoro è considerare il nostro impegno come la nostra prima esperienza di lavoro.. solo che non lo inseriremo sul nostro curriculum vitae!

Trovare lavoro è il tuo primo lavoro!

22/10/2015

This entry was posted in Approfondimenti, Blog and tagged , , , , . Bookmark the permalink.

Comments are closed.